Di Riccardo Malgrati e Matteo Sironi

Le sette meraviglie del mondo

Le sette meraviglie del mondo sono sette monumenti costruiti dall’uomo e molto importanti per la cultura mondiale. Sono state selezionate a votazione su internet a partire dal 2004. Sono divise in due sezioni: quella antica con la Piramide di Cheope, i Giardini Pensili di Babilonia, il Tempio di Artemide, la Statua di Zeus, il Colosso […]

Le sette meraviglie del mondo sono sette monumenti costruiti dall’uomo e molto importanti per la cultura mondiale. Sono state selezionate a votazione su internet a partire dal 2004.

Sono divise in due sezioni: quella antica con la Piramide di Cheope, i Giardini Pensili di Babilonia, il Tempio di Artemide, la Statua di Zeus, il Colosso di Rodi e infine il Faro di Alessandria; quella moderna con Petra, la Grande Muraglia Cinese, il Colosseo, Chichén Itzà, Machu Picchu,Taj Mahal e il Cristo Redentore.

Abbiamo scelto di raccontarvi due monumenti in particolare (uno antico e uno moderno):

IL TAJ MAHAL (moderno)

Il Taj Mahal si trova ad Agra, in India, ed è diventato Patrimonio Mondiale dell’Umanità nel 1983.Questo monumento è costruito con marmo bianco che è facilmente trovabile nei pressi della città in cui è situato. Di fronte a questo monumento troviamo una piscina che cambia colore grazie le sfumature del cielo che si rispecchiano e che cambiano a seconda delle stagioni e delle ore del giorno. Questo è spesso chiamato “l’insegna dell’architettura Mughal” ed è riconosciuto come il gioiello dell’arte musulmana.

L’imperatore Moghul Shah Jahan dedicò questa meraviglia a Mumtaz Mahal, sua moglie, che morì durante la nascita del loro quattordicesimo figlio nel 163. La tomba della regina e dell’imperatore è stata custodita nel palazzo.

 LA STATUA DI ZEUS A OLIMPIA

 

La statua di Zeus è stata costruita da Fidia nel 456 a.C ad Olimpia in Grecia. Fu realizzata con oro e avorio e ha un’altezza minima di 13 metri. Questo monumento è unico. Le immagini raffigurano  Zeus che impugna uno scettro con sopra un’aquila, una corona sul capo ed è seduto sopra un trono. Fu costruita per benedire i giochi olimpici che si sarebbero svolti nel seguente anno. Il santuario dove venne costruita era arricchito di sculture crisoelefantine. 

Un giorno Caligola, durante la sua carica di Imperatore, ordinò che a tutte le statue raffiguranti un dio  venisse decapitata la testa e portata all’ interno del suo impero. La Statua Di Zeus fu una vittima di questa dittatura, ma l‘Imperatore Caligola non riuscì a portare a termine la sua missione perché venne ucciso dal popolo greco. 

Corrierino | Articoli correlati

Uno spazio di confronto, espressione e crescita per i ragazzi

01 Ago 2023

Di Anna Volpi e Miriam Santambrogio

La festa di fine anno

Ogni anno, alla fine della scuola facciamo una festa per concludere il percorso scolastico. La festa si svolge in questo modo: al mattino, appena arrivati si celebra la messa in giardino, poi si entra in classe per fare la merenda e l’intervallo. A metà mattina gli alunni preparano e allestiscono le aule con i lavori […]

01 Ago 2023

Di Beatrice Balbo

Ravioli e tè

Ho sempre trovato interessante leggere delle tradizioni di altri popoli, soprattutto quelle poche conosciute (o comunque delle quali nessuno parla molto). In questo articolo ho deciso di parlare della mia preferita finora: il yum cha. Sono venuta a conoscenza di questa tradizione nel modo più banale possibile, cioè andando a mangiare in un ristorante cinese. […]

01 Ago 2023

Di Pietro Crugnola

Il motore Wankel

Questo innovativo motore inventato dal tedesco Felix Wankel nel 1957, anche conosciuto come motore rotativo, adotta una geniale camera dove un rotore, di forma triangolare con i lati arrotondati verso l’esterno, ruota con un particolare movimento orbitante, che fa aderire sempre i vertici alla camera e fa ruotare l’albero motore.  Avendo tre lati uguali dove […]