Di Stella Regalzi e Mekdes Rocca

Gita a Villa Panza

Ciao a tutti! Siamo Stella e Mekdes, due alunne della 2B, e in questo articolo vi racconteremo la gita che tutte le seconde hanno fatto a fine del primo quadrimestre. Siamo partiti da scuola alle otto e trenta, in pullman diretti a Villa Panza. Il viaggio è durato circa un’ora e mezza e per passare […]

Ciao a tutti! Siamo Stella e Mekdes, due alunne della 2B, e in questo articolo vi racconteremo la gita che tutte le seconde hanno fatto a fine del primo quadrimestre.

Siamo partiti da scuola alle otto e trenta, in pullman diretti a Villa Panza. Il viaggio è durato circa un’ora e mezza e per passare il tempo abbiamo giocato, cantato e parlato tra di noi e con i prof.

Siamo arrivati a Varese verso le dieci, abbiamo atteso l’apertura in un parco vicino e lì abbiamo fatto merenda. Dopo che siamo entrati ci siamo divisi per classi e ci hanno assegnato una guida.

Come prima cosa abbiamo visitato l’immenso giardino della villa, con tante piante, fiori, un laghetto, una fontana in fondo al vialetto, e persino una casetta in stile americano, in cui veniva letta una poesia in inglese che piaceva molto al signor Panza. Poi siamo passati all’interno della villa, siamo saliti al primo piano e lì erano presenti alcune stanze della casa tra cui la cucina, il bagno, che in passato era una cappella, e un piccolo salotto. Poi siamo proseguiti lungo un corridoio, e abbiamo visitato una serie di stanze con degli effetti particolari creati da varie luci colorate realizzate dall’artista contemporaneo Dan Flavin. Al piano terra invece, abbiamo potuto ammirare la sala da ballo che è stata la nostra stanza preferita di tutta la villa, per la sua eleganza, ma soprattutto ci hanno colpito i lampadari fatti di tanti piccoli cristalli. Di fianco c’era il salotto, con dei meravigliosi divani di velluto rossi, la stanza con il biliardo e altre piccole stanze che si affacciavano sul giardino. Dopo il pranzo abbiamo fatto un laboratorio e abbiamo creato un libretto pop-up con i disegni di alcune parti della villa che ci sono piaciute particolarmente. Verso le tre di pomeriggio il pullman è venuto a prenderci davanti all’uscita e ci ha portati dritti a scuola alle cinque e trenta.

Corrierino | Articoli correlati

Uno spazio di confronto, espressione e crescita per i ragazzi

01 Ago 2023

Di Stella Regalzi e Sara Latino

Il Centro di Arese

Ciao a tutti! Siamo Stella e Sara e in questo articolo vi parleremo del centro di arese. E’ nato il 13 aprile del 2016 ad Arese, in provincia di Milano. E’ il centro commerciale più grande e più famoso d’Europa,  perché comprende 200 negozi, per un totale di 93 mila m² di superficie. Il proprietario […]

01 Ago 2023

Di Giorgia Segat

Furti e mostre benefiche a Verolengo

Oggi, 23/5/2023, i carabinieri della Stazione di Verolengo, una città metropolitana di Torino, hanno denunciato due uominipiuttosto anziani, gravemente indiziati di ricettazione – acquisto di beni illecitamente sottratti da un terzo, o meglio derivanti da un delitto, con conseguenze variabili (dai due agli otto anni di carcere e multa di oltre cinquecento euro) a seconda degli […]

01 Ago 2023

Di Stefano Barbetta

Utah Jazz

STORIA DAL 1974 AL 1979 Nel 1974, a New Orleans, vennero fondati i Jazz. Furono la 18° squadra iscritta alla NBA e la prima partita la persero contro i New York Knicks. Il primo grande passo della squadra fu acquistare Pete Maravich, considerato uno dei migliori giocatori NBA, che però non rese al meglio per […]