Di Elena Giordano

Elnaz si è rimessa il velo

Elnaz Rekabi, la prima donna a vincere una medaglia ai Mondiali, è diventata un simbolo della protesta iraniana dopo che ha gareggiato ai campionati asiatici a capo scoperto. Ma il regime iraniano la costringe a smentirsi: “è stata una distrazione”, anche se molte persone ritengono che sia una menzogna. Per le donne iraniane l’obbligo di […]

Elnaz Rekabi, la prima donna a vincere una medaglia ai Mondiali, è diventata un simbolo della protesta iraniana dopo che ha gareggiato ai campionati asiatici a capo scoperto. Ma il regime iraniano la costringe a smentirsi: “è stata una distrazione”, anche se molte persone ritengono che sia una menzogna.

Per le donne iraniane l’obbligo di indossare il velo è considerato simbolo degli abusi del regime, al quale molte donne si stanno iniziando a ribellare proprio come la nostra Elnaz, e prima di lei Mahsa Amini, una donna iraniana che fu accusata di aver indossato il velo in modo scorretto e che per questo fu uccisa.

L’usanza di portare il velo, inizialmente, non nacque in Iran ma nei paesi che si affacciavano sul mar Mediterraneo, dove lo usavano le donne appartenenti a un alto ceto sociale proprio come segno di decoro. Questa tradizione fu ripresa da Maometto, infatti nel Corano non c’è scritto che è obbligatorio indossare il velo ma che a donne e a uomini è richiesto di vestirsi in modo decoroso.

Ma con il passare del tempo è cambiato il suo significato, e oggi ad alcune donne viene imposto di indossare il velo o dalla famiglia oppure dalla comunità.

Ai giorni d’oggi molte donne iraniane hanno iniziato a compiere azioni di protesta per ottenere la possibilità di non indossare il velo: un esempio è proprio la nostra Elnaz.

Io penso che l’obbligo di portare il velo sia una cosa ingiusta, perché tutte le persone, secondo me, dovrebbero mostrare il proprio volto senza paura e senza obbligo di coprirlo.

Corrierino | Articoli correlati

Uno spazio di confronto, espressione e crescita per i ragazzi

23 Apr 2024

Di Giorgia Segat

Un racconto per te – Il calendimaggio

Se amate scrivere e comunicare messaggi profondi, questa iniziativa fa proprio al caso vostro! Il Calendimaggio è un concorso di scrittura a cui sono invitati a partecipare i ragazzi di seconda e terza media – che possono proporre poesie – e delle scuole superiori, i quali possono presentare sia una poesia sia un testo in prosa. Tra tutti, […]

23 Apr 2024

Di Alessandro Gatti

“Federico il grande” di Alessandro Barbero

Ho la passione della storia perché con mio padre parliamo di storia contemporanea, guardo spesso il telegiornale e sempre prima di andare a dormire ascolto i podcast del professor Alessandro Barbero: Ho deciso di leggere questo libro dal titolo “Federico il grande” per approfondire un nuovo argomento. Il libro inizia descrivendo il momento storico nel […]

23 Apr 2024

Di Elisa Mauri

Il Castello Sforzesco

Ciao, oggi volevo raccontarvi una gita che ho fatto con la scuola al Castello Sforzesco. La mattina del 14 febbraio 2024 sono andata a scuola e una volta che siamo arrivati tutti ci siamo incamminati verso la stazione.  Arrivati alla stazione abbiamo preso il treno e poi la metro. Quando siamo arrivati davanti al Castello […]