Di Beatrice Balbo

Ravioli e tè

Ho sempre trovato interessante leggere delle tradizioni di altri popoli, soprattutto quelle poche conosciute (o comunque delle quali nessuno parla molto). In questo articolo ho deciso di parlare della mia preferita finora: il yum cha. Sono venuta a conoscenza di questa tradizione nel modo più banale possibile, cioè andando a mangiare in un ristorante cinese. […]

Ho sempre trovato interessante leggere delle tradizioni di altri popoli, soprattutto quelle poche conosciute (o comunque delle quali nessuno parla molto). In questo articolo ho deciso di parlare della mia preferita finora: il yum cha.

Sono venuta a conoscenza di questa tradizione nel modo più banale possibile, cioè andando a mangiare in un ristorante cinese. Visto che ogni volta che ci vado prendo sempre le stesse cose, avevo deciso di cambiare e sfogliando il menù ho trovato la sezione dim sum e più tardi ho deciso di farci una ricerca. 🙂

Il yum cha è una tradizione cantonese popolare nelle regioni di Macao, Hong Kong, nella provincia di Guangdong (in Cina) e in Australia, e in cantonese significa letteralmente consumare piatti del dim sum (di cui vi parlerò dopo) durante un pasto. Questa tradizione viene praticata solitamente la mattina o nelle prime ore del pomeriggio, anche se in alcuni ristoranti di Guangdong viene servito nelle ore serali (questo viene chiamato yum je cha).

Come suggerisce il nome, il yum cha è un pasto con piatti dim sum, come i siu mai, involtini primavera, har gao (questi sono buonissimi, giuro), gai larn, cheong fun, o char siu bao, consumati con abbondante quantità di tè insieme a un gruppo di persone che possono essere amici o familiari. Questa tradizione viene praticata in giorni di festa e a volte anche nei weekend.

Le origini di questa tradizione risalgono all’Antica Cina, dove furono aperte delle case da tè per i viaggiatori della via della seta e per gli agricoltori. All’inizio non si pensò di abbinare il tè al cibo, per paura di un ingrassamento eccessivo, ma dopo la scoperta che il tè aiuta la digestione, le case da tè iniziarono a vendere degli snack da mangiare col tè, e da qui nasce il dim sum che conosciamo oggi.

Corrierino | Articoli correlati

Uno spazio di confronto, espressione e crescita per i ragazzi

01 Ago 2023

Di Stella Regalzi e Sara Latino

Il Centro di Arese

Ciao a tutti! Siamo Stella e Sara e in questo articolo vi parleremo del centro di arese. E’ nato il 13 aprile del 2016 ad Arese, in provincia di Milano. E’ il centro commerciale più grande e più famoso d’Europa,  perché comprende 200 negozi, per un totale di 93 mila m² di superficie. Il proprietario […]

01 Ago 2023

Di Stefano Barbetta

Utah Jazz

STORIA DAL 1974 AL 1979 Nel 1974, a New Orleans, vennero fondati i Jazz. Furono la 18° squadra iscritta alla NBA e la prima partita la persero contro i New York Knicks. Il primo grande passo della squadra fu acquistare Pete Maravich, considerato uno dei migliori giocatori NBA, che però non rese al meglio per […]

01 Ago 2023

Di Giovanni Viti e Alessandro Scopelliti

Ferdinando Magellano e il suo tesoro

Ferdinando Magellano nasce il 4 ottobre 1480 alla città di Porto in Portogallo. Ferdinando Magellano aveva come obiettivo dimostrare che si poteva arrivare a oriente passando da occidente navigando.  Ferdinando Magellano chiese prima ai re portoghesi di finanziare il viaggio, ma non accettarono, poi andò dalla corona Spagnola che volle pagare la spedizione e nel […]